4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Fabriano



Notizie generali
L'area di Fabriano si trova in una conca ai piedi dell'Appennino Umbro-Marchigiano.
Il nucleo storico, di età medievale, è situato in posizione più elevata rispetto ai quartieri moderni.
Città molto attiva è nota in particolare per le sue cartiere, alcune delle quali molto antiche, la cui tradizione risale al XII secolo.


Per ulteriori informazioni di carattere generale vedere:
  • Rete civica del Comune di Fabriano
  • target='_new'>Fabriano in Wikipedia


    Storia
    L'area di Fabriano fu abitata da genti di stirpe picena, ritrovamenti archeologici hanno dimostrato che erano in rapporto con gli Etruschi. In età romana fu forse possedimento della famiglia di un Faberius dal quale prese il nome.
    Dal V al VII secolo si trovavano nel luogo due feudi che nel tempo si fusero e condivisero le fortificazioni. Nel XII secolo divenne libero comune e prosperò nei secoli seguenti espandendo il territorio.
    Fu sotto la signoria della famiglia ghibellina dei Chiavelli per circa sessanta anni fino al 1435 quando il popolo rovesciò i signori ed il comune tornò libero.
    Per un periodo Fabriano venne assoggettata da Francesco Sforza, poi passò alla Chiesa. Quest'ultimo passaggiò fu drammatico per la città che combattè contro le truppe pontificie e venne saccheggiata.
    La situazione fu normalizzata sotto il pontificato di Leone X che affidò il governo di Fabriano a Giulio de' Medici, il futuro papa Clemente VII.


    Principali vie e piazze
    Piazza del Comune: Centro della città, di forma triangolare, circondata dal Palazzo del Podestà, dal Palazzo Municipale, dal Loggiato di San Francesco, dal Palazzo Vescovile. Al centro la Fontana rotonda o Fontana Sturinalto opera di Jacobo di Grondolo del 1285.
    Fabriano - Fontana Sturinalto (1285)
    Fabriano - Fontana Sturinalto
    Foto di gengish, su Flickr
    Su licenza Creative Commons


    Chiese
    Duomo: Dedicato a San Venanzo, il duomo fu fondato nel 1046 ed ampliato nel 1260 e 1365. Successivi rifacimenti su disegni di Massimo Oddi furono completati nel 1615. L'interno è a navata unica con tribuna absidata e sei cappelle laterali nelle quali si trovano opere pittoriche di Salvator Rosa, Simone Cantarini, Giovan Francesco Gessi, Andrea Boscoli, Orazio Gentileschi ed altri. Nel presbiterio affreschi di Giovanni Loreti e Michelangelo Miliani.

    Sacro Cuore
    S. Agostino

    S. Benedetto: Sorta nel XIII secolo e ricostruita nel 1590 su progetto di Lorenzo Rinalducci. L'interno è a navata unica con cappelle laterali. Opere di Domiziano Domiziani, Pasqualino Rossi, Simone De Magistris, Francesco Vanni, Orazio Lomi.

    SS. Biagio e Romualdo
    S. Caterina
    S. Domenico
    S. Filippo
    S. Lucia
    S. Maria Maddalena
    S. Nicolò
    S. Onofrio

    Palazzi
    Palazzo Municipale: Situato sulla piazza del Comune, il Palazzo Municipale risale al XIV secolo quando venne realizzato sotto la signoria dei Chiavelli. La facciata fu rifatta nel 1690. All'interno cortile sopraelevato, scalone ed accesso al Teatro Gentile da Fabriano.


    Palazzo del Podestà: In stile romanico-gotico, fu costruito nel 1255 e restaurato ai primi del novecento.

    Palazzo Vescovile: Sulla piazza del Comune. Costruito nel 1547, modificato nel 1711 e restaurato nel 1916.
    Sede del Vescovado. Facciata porticata a due piani e Torre dell'Orologio. All'interno ospita la Pinacoteca Civica e Museo degli Arazzi.

    Musei
    Pinacoteca civica: La raccolta artistica della Pinacoteca Civica è ospitata dal 1912 nel Palazzo Vescovile, in piazza del Comune. Possiede molti affreschi di pittura romanica già nel Convento di S. Agostino, e molti dipinti dei secoli XIII, XIV e XV, opere di scuola fabrianese e marchigiana.
    Fra gli autori esposti nella pinacoteca: Allegretto Luzi, Bicci di Lorenzo, Neri di Bicci, Antonio da Fabriano, Filippo da Verona, Biagio Pupini detto Biagio delle Lame, Domiziano Domiziani, Dimone de Magistris, Andrea Boscoli, Orazio Lomi, Francesco Podesti. Notevole collezione di arazzi fiamminghi.

    Teatri
    Teatro Gentile da Fabriano: Costruito nel 1884, accessibile dal cortile del palazzo municipale. Le decorazioni sono di Luigi Serra e di Luigi Samoggia.

    Altri edifici e monumenti
    Biblioteca comunale: Fu fondata nel 1846. Possiede oltre settantamila volumi, incunaboli e manoscritti antichi. Nell'Archivio Storico sono conservati codici e pergamente medievali. Collezione di carte filigranate di Fabriano dal XIII al XVI secolo. Affreschi di Filippo Bellini nel contiguo ex Oratorio della Carità.

    Loggiato di San Francesco: Risalente al XVII secolo quando fu costruito in sostituzione di un'opera analoga del quattrocento, conta diciannove arcate. Si affaccia sulla Piazza del Comune a destra del Palazzo Municipale.

    Oratorio del Gonfalone
    Loggiato di San Francesco

    Ospedale di Santa Maria del Buon Gesù: Edificio tardogotico fondato nel 1456. Cantico con arcate a sesto acuto. All'interno una piccola chiesa con affreschi di Andrea Boscoli ed un chiostro.

    Ospedale dei Calzolai



    Pittori originari di Fabriano
    Gentile da Fabriano
    Antonio da Fabriano
    Allegretto Nuzi
    Domiziano Domiziani
    Michelangelo Miliani


  • Indice sezione