Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Diluvio Universale



E' opinione diffusa che il mito del diluvio universale comune a numerose antiche religioni sia nato come memoria di una grande alluvione realmente verificatasi in epoche remote.
Se ne parla nelle mitologie e nelle tradizioni di cinque continenti ma, nel rispettare l'economia e la struttura di questo sito, ci limiteremo a due racconti: quello contenuto nella Bibbia e quello della mitologia greca.

Gustave Doré - The Holy Bible - Plate I, The Deluge
Illustrazione per un'edizione della Bibbia
By Gustave Doré (1832-1883)
The "Pannemaker" in the lower right
refers to Adolphe François Pannemaker
one of Doré's assistants in turning his art
into a full-fledged engraving, and a notable
engraver in his own right. [Public domain]
, via Wikimedia Commons
Il racconto Biblico

Nel sesto capitolo della Genesi si racconta che Dio osservò la malvagità dell'uomo, ormai troppo profonda per poterla correggere e decise di sterminare l'umanità .
Nel mondo intero Egli trovò un solo uomo giusto, Noè figlio di Lamech, e stabilì che soltanto Noè e la sua famiglia sarebbero sopravvissuti allo sterminio per dare origine ad una nuova razza umana, moralmente più sana.
Dio ordinò a Noè di costruire un'arca, cioè una grande imbarcazione coperta, nella quale accogliere oltre ai propri congiunti una coppia per ogni genere di animale vivente sulla superficie terrestre.
Quando l'arca fu pronta e Noè ebbe imbarcato gli animali iniziò il diluvio che durò incessantemente per quaranta giorni e quaranta notti fino a sommergere il mondo intero.
Quando, dopo sette mesi, le acque iniziarono a ritirarsi, l'arca si arenò sul Monte Ararat. Nel decimo mese, si legge in Genesi 8, apparvero le cime dei monti.
Noè attese ancora quaranta giorni, quindi liberò un corvo che continuò ad andare e tornare senza trovare un luogo asciutto sul quale posarsi.
Altrettanto accadde alla colomba che Noè fece uscire a sua volta, ma dopo sette giorni finalmente la colomba tornò recando nel becco un ramoscello di ulivo. Dopo altri sette giorni la colomba non tornò più e Noè comprese che le acque si erano prosciugate.
Il patriarca uscì dall'arca con la sua famiglia e con tutti gli animali, quindi eresse un altare al Signore.
I suoi figli Sem, Cam e Jafet ripopolarono la terra e furono i progenitori di tutte le razze umane.


Il mito greco

Zeus decise di sommergere la terra per eliminare l'umanità troppo corrotta. Si salvarono soltanto Deucalione e Pirra. Era stato Prometeo, padre di Deucalione, ad avvertirli del pericolo e a suggerire loro di costruire un'arca con la quale mettersi in salvo.
Deucalione e Pirra navigarono per nove giorni e nove notti prima di sbarcare sul Parnaso.
Deucalione chiese di poter far nascere una nuova generazione e Zeus gli ordinò di gettare pietre alle spalle. Dalle pietre scagliate da Deucalione e Pirra nacquero rispettivamente uomini e donne.


Mighelangelo Buonarroti - Diluvio Universale - Affreschi Cappella Sistina - Musei Vaticani



Riferimenti letteratura:
  • Bibbia
  • Bibbia - Genesi
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche
  • Giovanni Zonara - Storia del mondo
  • Pindaro - Olimpiche
  • Ovidio - Metamorfosi
  • Igino - Fabulae
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Giustino - Epitome delle Storie Filippiche Di Pompeo Trogo
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Nonno di Panopoli - Dionisiache



  • Indice sezione