Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Zeus
  • Leda
    Fratelli e sorelle:
  • Eracle
  • Arcade
  • Euterpe
  • Ermes
  • Ilitia
  • Pelasgo
  • Argo
  • Eaco
  • Urania
  • Tersicore
  • Talia
  • Polimnia
  • Erato
  • Clio
  • Calliope
  • Melpomene
  • Atena
  • Apollo
  • Dioniso
  • Sarpedonte
  • Artemide - Diana - Ecate
  • Minosse
  • Persefone - Prosepina
  • Radamanto
  • Dardano
  • Astrea
  • Perseo
  • Anfione
  • Efesto
  • Tantalo
  • Zeto
  • Ebe
  • Filonoe
  • Timandra
    Matrimoni - Unioni:
  • Menelao
    Figli:
  • Ermione
  • Elena



    Secondo una versione del mito era nata, insieme a Polluce, da un uovo partorito da Leda che si era unita a Zeus in forma di cigno.
    Diane Kruger come Elena
    Nel film Troy del 2004
    In un'altra versione la dea Nemesi, per sfuggire al corteggiamento di Zeus, si era tramutata in oca, ma Zeus si era fatto cigno e l'aveva posseduta. L'uovo di Nemesi fu trovato da un pastore e portato alla regina Leda che lo aveva custodito. Dall'uovo era nata Elena, che Leda allevò come una figlia.
    Quando Elena fu in età da marito, la sua straordinaria bellezza le procurava moltissimi pretendenti che minacciavano di diventare ostili fra loro. Ulisse (Odisseo) consigliò a Tindaro di lasciar scegliere ad Elena lo sposo ma, prima, di far giurare a tutti i pretendenti di proteggere quel matrimonio da ogni offesa. In cambio del consiglio Ulisse chiese a Tindaro di aiutarlo a sposare Penelope. Sarà questo giuramento a vincolare gli Achei in occasione della guerra di Troia.
    Alla morte di Paride Elena venne assegnata a Deifobo, che per questo contese con il fratello Eleno. Durante la notte fatale di Troia Elena consegnò Deifobo a Menelao e ad Ulisse perchè lo uccidessero e facessero scempio del suo corpo.
    Sulla morte di Elena esisteva una tradizione tramandata da Pausania: Polisso, moglie di Tlepolemo caduto a Troia, considerava Elena responsabile della fine del marito, la invitò nella sua dimora a Rodi e la fece impiccare dalle sue serve travestite da Erinni. I Rodii, dice ancora Pausania, in memoria di questo evento avevano dedicato un tempio a Elena Dendritide (Dendron = Albero)

    Dante colloca Elena fra i lussuriosi (Inferno V).


    Riferimenti letterari:
  • Iliade
  • Odissea
  • Inni Omerici
  • Eschilo - Agamennone
  • Erodoto - Storie
  • Plutarco - Vita di Teseo e Romolo
  • Euripide - Elena
  • Euripide - Troiane
  • Euripide - Oreste
  • Luciano di Samosata - Dialoghi marini, degli dei e delle cortigiane
  • Virgilio - Eneide
  • Properzio - Elegie
  • Igino - Fabulae
  • Ditti Cretese - Storia della guerra troiana
  • Darete Frigio - Storia della rovina di Troia
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Seneca - Troiane
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Licofrone - Alessandra
  • Divina Commedia - Inferno


    Vedere anche:
  • Atridi - Genealogia



  • Indice sezione