4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Chersoneso



Il termine Chersoneso significa "penisola", con l'aggiunta di altri termini veniva usato per indicare alcune località.

Chersoneso Tracico
Indica una penisola protesa nel Mare Egeo tra il golfo di Saros e l'Ellesponto, anticamente abitata dalla popolazione dei Dolonci, di stirpe tracia, e da coloni eoli e ioni.
Interno al 560 a.C. i Dolonci, minacciati da altre genti della Tracia, chiesero aiuto a Atene. La richiesta fu raccolta da Milziade il Vecchio, un nobile oppositore di Pisistrato che colse l'occasione per lasciare Atene con l'approvazione dello stesso tiranno.
Milziade fondò le colonie di Critote, Pactie e Cardia che furono unite in una coalizione della quale Milziade fu riconosciuto signore. Nel 524 a Milziade successe Stesagora, figlio di Cimone, che a sua volta nel 520 lasciò il piccolo principato a fratello minore Milziade il Giovane che combatté contro Traci e Sciti ancora in aiuto dei Dolonci e nel 493 tornò a Atene mentre il Chersoneso Tracico veniva occupato dai Persiani diventendo la loro base per le operazioni militari contro la Grecia.
Dopo le guerre persiane e un periodo di occupazione spartana, il Chersoneso Tracico fu riconquistato e assoggettato a tributo dall'ateniese Cimone. Ripreso dagli Spartani durante la Guerra del Peloponneso fu in seguito conteso tra Greci e Persiani ma nel 338 fu occupato da Filippo II di Macedonia.
Dopo Alessandro passò sotto Lisimaco, poi sotto Antioco II quindi sotto Tolomeo III per tornare ai Macedoni con Filippo V all'inizio del II secolo a.C.
Fece quindi parte del Regno di Pergamo da Eumene II alla morte di Attalo III quando fu incluso nella provincia romana di Macedonia. Nell'88 a.C. fu parzialmente occupato da Mitridate e in seguito fece parte del demanio imperiale.

Chersoneso Taurico (regione)
Il termine Chersoneso Taurico indicava anticamente la Crimea, abitata dai Cimmeri fino al VII secolo a.C., poi da Sciti e Tauri e da coloni greci che si stabilirono lungo le coste. Panticapeo era la città principale.1

Chersoneso Taurica (città)
Fondazione ionica del VI secolo a.C. successivamente rifondata da coloni dori di Eraclea Pontica. Si trovava presso l'attuale Sebastopoli. Contesa tra Sciti e Tauri, appartenne al regno del Ponto e dal II secolo a.C. a Roma.
Fu un fiorente centro commerciale bizantino (Cherson) finchè non fu superata dalla concorrenza genovese e veneziana.




Note:
1. Enciclopedia Treccani on line, alla voce Chersoneso Taurico


Indice sezione