Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Umbri



Popolazione italica che occupava, nell'Italia Centrale, la regione fra il Tevere ed il Nera, il territorio picentino ed il gallico. Parlavano una lingua del gruppo italico-osco-umbro di cui sono testimonianza le famose tavole eugubine (Gubbio).
Nell'orbita di Roma dopo la battaglia del Sentino (295 a.C.).
Di stirpe indo-europea provenivano dalla regione dell'Illirico e penetrarono in Italia probabilmente nel XIII o XII secolo a.C., prima degli Etruschi. Stando a Plinio il Vecchio si insediarono fra la costa adriatica e l'Appennino cacciandone Siculi e Liburni.
A limitare la loro espansione sarebbero stati gli Etruschi.
Secondo Mommsen, occuparono un ampio territorio comprendente l'intera pianura del Po finché non furono costretti a migrare verso sud dal sopravvento degli Etruschi.
Gli Umbri facevano parte di un ampio gruppo di popoli detti Osco-Umbri o Umbro-Sabelli o più genericamente Italici. Una volta completata la loro migrazione gli Umbri si erano attestati in Emilia, Toscana e Umbria mentre più a sud sull'Appennino Centrale vivevano i Sanniti di stirpe sabellica e nei territori compresi fra queste due principali installazioni si formarono vari gruppi: i Sabini, i Picenti, gli Irpini ed altri minori come Pretuziani, Vestini, Marrucini, Frentani, Peligni e Marsi. 1
Fra le città fondate dagli Umbri: Assisi, Foligno, Gubbio, Nocera Umbra, Spoleto, Gualdo Tadino, Città di Castello, Todi, Terni, Narni.


Note:
1. Jochen Bleicken - Roma e l'Italia, in I Propilei Vol. IV - Mondadori, Milano, 1969


Riferimenti letteratura:
  • Dionigi di Alicarnasso - Storia di Roma Antica
  • Livio - Storia di Roma
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Strabone - Geografia
  • Nicola Corcia - Storia delle Due Sicilie dall'antichità più remota al 1789
  • Theodor Mommsen - Storia di Roma Antica
  • Giuseppe Colucci - Antichità Picene



  • Indice sezione