Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Aristotele



Aristotle Altemps Inv8575
Aristotele - Copia da Lisippo
[Public domain], attraverso Wikimedia Commons
Nacque nel 384 a.C. a Stagira, colonia greca della Macedonia Orientale. Suo padre Nicomaco era medico personale di Aminta II, re di Macedonia.
Divenuto orfano da ragazzo, si trasferì ad Artaneo, in Lidia e a diciassette anni ad Atene, dove entrò a far parte dell'Accademia (367 a.C.).
In quel periodo Platone si trovava in Sicilia e la scuola era retta da Eudosso di Cnido.
Morto Platone (348 a.C.), Aristotele tornò ad Artaneo, dove sposò Pizia, sorella del tiranno Ermia.
La direzione della scuola passò a Speusippo e non è chiaro se lo Stagirita abbia lasciato Atene per questo motivo.
Continuando a dedicarsi all'insegnamento fondò la scuola di Asso, poi quella di Mitilene insieme a Teofrasto.
Quando Artaneo fu presa dai Persiani, Aristotele si trasferì a Mitilene con Teofrasto, quindi fu chiamato dal re Filippo di Macedonia per educare il figlio Alessandro, il futuro conquistatore.
Nel 339 a.C. morì Speusippo e Senocrate gli successe alla direzione dell'Accademia.
Aristotele tornò in Atene fondò una nuova scuola con Teofrasto, il Liceo, che ebbe grandissimo prestigio ma non fu considerata ufficiale a causa della condizione di meteci (stranieri) dei due filosofi.
Alla morte di Alessandro fu costretto a lasciare Atene per evitare gli attacchi degli antimacedoni. Morì in Calcide a sessantatre anni.
Pochi anni dopo Demetrio Falereo concesse a Teofrasto lo status di scuola ufficiale per il Liceo che prese il nome di Peripato.
Nel I secolo a.C. Andronico di Rodi, scolarca del Liceo, riordinò le opere di Aristotele denominate "scritti esoterici" e destinate ai suoi discepoli. Di altre opere, delle "scritti essoterici" e destinate ad un pubblico più ampio, non ci sono giunti che pochi frammenti.

Opere
Aristotele compose due gruppi di opere: le opere dette essoteriche erano destinate a divulgare la sua dottrina ad un pubblico ampio, ed erano quindi scritte in un linguaggio molto curato e relativamente semplice, di queste opere - che erano molto numerose - ci è pervenuta la sola Costituzione di Atene, possediamo inoltre una parte dei titoli ed alcuni frammenti.
In secondo gruppo è costituito dalle opere dette esoteriche o acroamatiche (destinate all'ascolto) che erano riservate ai discepoli del Liceo. Molti di questi lavori ci sono pervenuti in forma più o meno completa anche se, come è naturale per testi tanto antichi, in alcuni casi si sospettano corruzioni ed opere spurie.

Le opere essoteriche comprendevano:

- La Costituzione degli Ateniesi (che era parte di una grande opera compilata con l'aiuto dei discepoli che esponeva centocinquantotto costituzioni statali)
- Dialoghi: Politico, Sofista, Simposio, Menesseno, Sulla retorica, Sulla filosodia, ecc. Tutti perduti, composizioni giovanili di stile platonico
- Opere didattiche per Alessandro il Macedone: Sulla monarchia, Sulla colonizzazione, Alessandro
- Compilazioni erudite: Elenchi dei vincitori di giochi, Elenchi di vincitori di agoni teatrali con trame dei relativi lavori.


Le opere esoteriche sono generalmente raggruppate come segue:

Organon: la parola organon significa strumento e si riferisce alla logica considerata strumento indispensabile per accedere alle altre discipline filosofiche. Il gruppo di opere definito Organon nel suo insieme comprende:
- Le categorie
- Sulle dieci definizioni dell'essere
- Sull'interpretazione
- Sulle parti e la forma della proposizione
- Analitici primi: sui sillogismi
- Analitici secondi: sulla teoria della conoscenza
- Topici: sul metodo dialettico di argomentazione
- Confutazioni sofistiche

Opere sulla fisica:
- Fisica
- Sul Cielo
- Sulla generazione e la corruzione
- Fenomeni metereologici
- Sull'anima
- Brevi trattati di scienze naturali
- Scritti sugli animali

Opere sulla metafisica:
- Metafisica

Opere sull'etica:
- Etica Nicomachea
- Etica Eudemea
- Grande Etica (Magna Moralia, probabilmente spuria)

Opere sulla politica:
- La politica

Altre opere:
- La Retorica
- La Poetica
- Sull'Universo (spuria)
- Sullo spirito (spuria)
- Sui colori (spuria)
- Problemi (spuria)
- Sulle piante (spuria)




Dante pone Aristotele fra gli Spiriti Magni nella valle del limbo. Inferno IV - 131: Vidi 'l maestro di color che sanno

Considerato fondatore della zoologia classificò e descrisse oltre quattrocento specie animali e gettò le basi per discipline quali l'ecologia e l'etologia.

Opere zoologiche:

Storia degli animali
Sulla generazione degli animali
Sull'anatomia degli animali.



Riferimenti letteratura:
  • Plutarco - Alessandro e Cesare
  • Divina Commedia - Inferno



  • Indice sezione