4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Sant'Ambrogio da Milano



Nato fra il 333 ed il 339 in Gallia, nella città di Treviri dove il padre era prefetto, Ambrogio terminò gli studi a Roma e fu nominato governatore della Liguria, dell'Emilia e della Romagna dal prefetto Probo.
Per poter espletare l'incarico si trasferì a Milano.
Impegnatosi per risolvere la discordia relativa alla successione del vescovo Aussenzio, morto in quel periodo, Ambrogio riscosse il favore della comunità cristiana di Milano fino ad essere rapidamento proclamato vescovo.
La nomina, davanti alla quale Ambrogio si mostrò inizialmente molto perplesso, fu presto ratificata dall'Imperatore Valentiniano che vedeva volentieri un suo funzionario posto alla guida della Chiesa Milanese.
Ambrogio venne battezzato e dopo otto giorni (7 dicembre 374) fu consacrato vescovo, donò tutti i suoi averi alla Chiesa e si dedicò completamente alla sua nuova carica.

Il suo rigore e la sua autorità furono dimostrate anche con Teodosio al quale proibì di entrare in chiesa finché non accettò di fare penitenza per la strage di Tessalonica.
Ambrogio morì il 4 aprile del 397.
Fu autore di inni, scrisse sulla Bibbia, sulla dottrina cristiana ed in favore della morale ascetica.
Alcuni gli attribuiscono il Credo Atanasiano.
Festa il 7 dicembre.


Indice sezione