4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Massimino Daia Imperatore



Imperatore romano, nipote di Galerio che nel 305 lo nominò cesare e nel 309 augusto.
Divise l'impero con Costantino dal 311 alla morte avvenuta nel 313.
Fu esecutore zelante della persecuzione anticristiana voluta da Diocleziano.
Nel 313, dopo la morte di Massenzio sconfitto da Costantino, Massimino attaccò improvvisamente i domini del collega Licinio conquistando Bisanzio ma fu sconfitto da Licinio mentre avanzava verso Adianopoli.
Ritiratosi a Nicomedia cerdò di ottenere l'appoggio delle popolazioni cristiane egiziana e siriana emanando un editto che concedeva la libertà di culto, nettamente contrario alla politica persecutoria condotta fino a quel momento. L'iniziativa non ebbe comunque alcun esito perché Massimino morì dopo pochi mesi ed un rescritto di Licinio rese esecutivo l'editto di Milano.


Riferimenti letteratura:
  • Eusebio di Cesarea - Storia Ecclesiastica


    Vedi anche:
  • Cronologia degli Imperatori Romani




  • Indice sezione