4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Onorio I papa



Di nobile famiglia campana, fu eletto nel 625 pochi giorni dopo la morte di Bonifacio V.
Durante il suo pontificato si occupò intensamente delle missioni per l'evangelizzazione delle Isole Britanniche e riuscì, fra l'altro, ad uniformare la data di celebrazione della Pasqua in Irlanda con quella osservata dalla Chiesa Cattolica negli altri Paesi.
Intrattenne rapporti con il re longobardo di religione ariana Arioaldo grazie all'aiuto della moglie di questi Gundeperga, quindi con il successore Rotari, anche egli ariano.
Fu promotore di interventi edilizi a Roma (interventi che pare finanziasse con le risorse personali), trasformò la Curia Romana (antica sede del Senato) nella chiesa di S. Adriano al Foro ed istitì la festa dell'Elevazione della Croce.
Gli eventi più noti del suo pontificato sono tuttavia quelli inerenti la questione monotelita. In una sua lettera al patriarca di Costantinopoli Onorio affermava che la volontà umana in Cristo non può essere diversa da quella divina, il destinatario interpretò la frase a suo vantaggio nell'elaborazione di un decreto, poi emanato dall'imperatore Eraclio, nel quale si ribadiva la presenza di un'unica volontà in Cristo, che era appunto la base della dottrina monotelita.
Per questo motivo il Concilio di Costantinopoli III (680-681) colpì con l'anatema la memoria di Onorio I ed ancora nel Concilio Vaticano I (1869-1870) si discusse dell'evento in merito al dogma dell'infallibilità del Pontefice.
Onorio I morì il 12 ottobre 638, gli successe Severino.


Vedi anche:
  • Cronologia dei Papi ed Antipapi




  • Indice sezione