4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Stefano III papa



Nel 752, dopo la morte di Zaccaria, venne eletto papa Stefano II il quale morì dopo pochi giorni, venne quindi eletto Stefano III.
Avendo Astolfo, re dei Longobardi, invaso l'Esarcato di Ravenna e la Pentapoli, Stefano intavolò trattative di pace che Astolfo accolse firmando un trattato ma pochi mesi dopo lo disattese e riprese le ostilità minacciando anche Roma.
Stefano si rivolse quindi a Costantino V Copronimo imperatore di Bisanzio il quale si limitò ad un inconcludente intervento diplomatico.
Il papa scrisse allora a Pipino il Breve che lo invitò a visitarlo in Francia ma Astolfo continuava a minacciare e Stefano volle tentare una nuova trattativa incontrando il re longobardo a Pavia nell'ottobre 753; rivelatosi infruttoso anche questo incontro Stefano passò direttamente in Francia; Pipino mandò incontro al papa il figlio Carlo Magno con altri notabili ed infine lo accolse a Pontyon il 6 gennaio 754.
Pipino e la nobiltà del regno confermarono la loro volontà di intervenire in Italia e nel luglio 754 a St. Denis Stefano incoronò Pipino confermando la consacrazione già attuata dall'arcivescovo di Magonza.
Giunti in Italia, i Franchi sconfissero rapidamente Astolfo e lo assediarono in Pavia finché non promise di restituire Ravenna e le altre città conquistate. Pipino tornò in Francia e Stefano a Roma ma anche questa volta Astolfo non mantenne la parolo data ed assediò Roma.
Richiamato da Stefano Pipino scese per la seconda volta in Italia nel 756 e costrinse Astolfo a cedere l'Esarcato e le altre conquiste che furono consegnate alla Chiesa come Pipino aveva promesso prima della vittoria respingendo le richieste dei Bizantini in merito a Ravenna. Da questa donazione e da quella di Sutri fatta da Liutprando trasse origine il potere temporale della Chiesa.

Stefano III condannò il sinodo del 754 convocato da Costantino Copronimo per promuovere la distruzione delle icone.
Morì il 26 aprile del 757 dopo cinque anni di pontificato e fu sepolto in Vaticano. Gli successe Paolo I.

Nota: Alcuni elenchi dei pontefici non citano Stefano II in quanto morì prima della consacrazione e considerano questo papa come Stefano II.


Riferimenti letteratura:
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare


    Vedi anche:
  • Cronologia dei Papi ed Antipapi



  • Indice sezione