Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Bologna



Notizie generali
Capoluogo dell'Emilia Romagna, situata sulla riva destra del Fiume Reno, lungo la via Emilia a 54 m. s.l.m.
Posta fra colline subappenniniche ha estati caldi ed inverni rigidi. E' fra le maggiori città italiane, importante nodo ferroviario e stradale.
Il territorio comunale ha una superficie di 140,73 kmq e confina con i comuni di Anzola dell'Emilia, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena, Sasso Marconi, Zola Predosa.
La popolazione è di circa 386.000 abitanti

Storia
Il più antico insediamento abitativo nell'area di Bologna del quale si abbia notizia risale all'epoca Villanoviana, dal IX secolo a.C.
Nel VII secolo a.C. vi fu fondata la città etrusca di Felsina, occupata nel IV secolo dai Galli Boi che furono a loro volta scacciati dai Romani nel 196 a.C.
Nel 189 a.C. i Romani fondarono la colonia di Bononia di diritto latino, una delle colonie nate in quel periodo lungo la via Emilia.
Pun non presentando la città odierna importanti monumenti di età romana, è evidente l'impianto romano nella configurazione viari.
Nel Medioevo la città fece parte del regno di Odoacre, poi di Teodorico, quindi passò ai Bizantini e dal 727 ai Longobardi.
Nel 774, caduti i Longobardi, fu presa da Carlo Magno e da questi concessa al papa Adriano V.
Nell'XI secolo si verificò un notevole incremento demografico, Bologna divenne un importante centro dell'industria tessile, vi fu fondata l'Università (Studio Bolognese) e, anche grazie ai privilegi concessi dall'imperatore Enrio V, Bologna si costituì in libero comune.
Alla fine del XIII secolo, con cinquantamila abitanti, era una delle più grandi città europee, il suo abitato si era considerevolmente esteso ed era circondata da una nuova cerchia di mura costruita a partire dal 1250 che sarà demolita nei primi anni del XX secolo.
Nel 1247 partecipò alla Lega Lombarda e sconfisse il figlio dell'imperatore Federico II, Enzo che rimase prigioniero fino alla morte.
Nel XIV secolo si verificò invece un periodo di crisi dovuto principalmente alle lotte politiche fra Guelfi e Ghibellini ed alla peste, la popolazione regredì a venticinquemila abitanti.
Nel XV secolo Bologna fu sotto la signoria dei Bentivoglio che operarono profonde migliorie nell'architettura e nell'urbanistica. Nel 1506, con Giulio II, divenne definitivamente parte dello Stato Pontificio e tale rimase fino al 1859 con una parentesi napoleonica.
Il grande sviluppo demografico iniziò intorno al 1890 quando Bologna superò i centomila abitanti, nacquero nuovi quartieri e via via l'abitato incorporò alcuni centri minori limitrofi.
Il 10 settembre 1943 fu occupata dai nazi-fascisti e liberata dagli alleati nel 1945.


Archeologia
Il Teatro Romano di Bologna fu costruito intorno all'80 a.C., restaurato in età augustea ed ampliato sotto Nerone. Rimase attivo fino alla seconda metà del IV secolo d.C.
Scavi eseguiti nel 1985 hanno riportato alla luce i suoi resti nei pressi di Piazza dei Celestini.



Principali vie e piazze
Piazza Maggiore
Piazza del Nettuno
Piazza di Porta Ravegnana
Piazza San Domenico

Chiese
Cattedrale Metropolitana di San Pietro
Basilica di San Petronio
Basilica di San Francesco

Oratorio di Santa Cecukua
Chiesa del Corpus Domini
Chiesa del Crocifisso
Chiesa della Madonna del Baraccano
Chiesa di San Domenico
Chiesa di San Giacomo Maggiore
Chiesa di San Giuseppe
Chiesa di Santa Maria dei Servi
Chiesa di Santa Cristina
Chiesa di San Giovanni Battista dei Celestini
Chiesa di San Giovanni in Monte
Chiesa dei Santi Gregorio e Siro
Chiesa di San Martino
Chiesa di Santa Maria della Pietà
Chiesa di Santa Maria Maggiore
Chiesa di San Nicolò degli Albari
Chiesa di San Paolo
Chiesa di San Procolo
Chiesa di San Salvatore
Chiesa del Santo Sepolcro
Complesso di Santo Stefano
Chiesa dei Ss. Vitale e Agricola
Chiesa di San Vittore
Santuario della Madonna di San Luca
Santuario di Santa Maria della Vita


Palazzi
Villa Aldini
Palazzo Aldovrandi
Palazzo Arcivescovile progettato da Domenico Tibaldi nel 1575
Palazzo Bentivoglio
Palazzo Bocchi - sede dell'Accademia Hermatena fondata da Achille Bocchi, fu costruito nel 1545
Palazzo Bolognini
Collegio di Spagna
Palazzo Dal Monte
Palazzo dei Drappieri - Costruito fra il 1486 ed il 1496 da Giovanni Piccinini da Como
Palazzo Hercolani
Palazzo del Podestà
Palazzo di Re Enzo
Palazzo del Capitano del Popolo
Palazzo Comunale o Accursio
Palazzo dei Notai
Palazzo della Biada
Palazzo Fantuzzi
Palazzo Fava-Ghisilardi - costruito a partire dal 1483, oggi sede del Museo Civico Medievale
Palazzo Fava-Ghisilieri - completato nel 1584 - oggi sede dell'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna.
Palazzo Malvezzi-Campeggi
Palazzo Malvezzi-De' Medici
Palazzo della Mercanzia
Palazzo Ruini
Palazzo Sanuti-Bevilacqua
Palazzo Vizzani
Palazzo Zambeccari

Musei
Pinacoteca Nazionale: dipinti di Giotto, Perugino, Raffaello, Parmigianino
Museo Civico Archeologico: reperti paleolitici, egizi, etruschi, romani, collezione di sculture merievali e rinascimentali
Museo civico del I e II Risorgimento: comprende fra l'altro una raccolta di armi appartenute a Gioacchino Murat ed una collezione di documenti originali del Risorgimento.
Museo Civico Medievale
Museo di San Petronio
Museo di Santo Stefano
Museo di San Domenico
Galleria comunale d'Arte Moderna
Museo d'Arte Industriale e Galleria Civica Davia Bargellini
Museo Bibliografico Musicale
Museo Carducciano
Museo delle Navi (presso l'Università)
Museo storico del soldatino in Palazzo Zambeccari

Istituzioni Culturali
Università: la più antica d'Europa, fondata intorno al 1080, famosa per la scuola giuridica, fin dal XII secolo la sua autonomia fu garantita da un editto imperiale

Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio
Biblioteca Universitaria
Biblioteca Carducciana
Biblioteca del Conservatorio G.B. Martini

Altri edifici e monumenti
Torre Altabella o Azzoguidi - alta 60 mt, risale al XII secolo
Torre della Garisenda
Torre degli Asinelli
Torre Prendiparte o Coronata - alta 59 mt., costruita nel 1154
Scalinata della Montagnola
Portico dei Banchi
Portico di San Luca
Fontana del Nettuno
Monumento a Giosuè Carducci

Feste e manifestazioni
In preparazione



Riferimenti letteratura:
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Paolo Diacono - Storia dei Longobardi




  • Indice sezione