4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Publio Clodio Pulcro



Figlio di Appio Claudio Pulcro e di Metella.
Negli anni 68 a.C. e 67 a.C. militò in Oriente con il cognato Lucullo. Secondo Dione Cassio e Plutarco si comportò in modo sedizioso tentando di sollevare le truppe contro il generale.
Uomo politico democratico, tribuno della plebe nel 58 a.C. promosse la legge che bandiva chi avesse fatto morire un cittadino romano non condannato: il suo scopo era ottenere l'esilio di Cicerone che aveva fatto giustiziare senza processo alcuni membri della congiura di Catilina.
Clodio Pulcro fu accusato di sacrilegio per essere penetrato vestito da donna nelle celebrazioni della Dea Bona, dalle quali gli uomini erano esclusi, e di incesto con la sorella Clodia, probabilmente la Lesbia cantata da Catullo.
Fu ucciso da Tito Annio Milone in uno scontro sulla Via Appia il 18 gennaio del 52 a.C.


Riferimenti letteratura:
  • Cicerone - Pro Sestio
  • Cicerone - Pro Caelio
  • Cicerone - Filippiche
  • Velleio Patercolo
  • Dione Cassio - Storia romana
  • Plutarco - Vite di Cimone e Lucullo
  • Plutarco - Alessandro e Cesare
  • Plutarco - Vite di Demetrio e Antonio
  • Plutarco - Demostene e Cicerone
  • Svetonio - Vite dei Cesari
  • Bertolt Brecht - Gli affari del signor Giulio Cesare


    Vedi anche:
  • Cronologia dei magistrati romani

  • Riferimenti Genealogici

    Genitori:
  • Appio Claudio Pulcro
  • Metella
    Famiglia: Gens Claudia
    Fratelli e sorelle:
  • Clodia Quinta
    Matrimoni - Unioni:
  • Fulvia
    Figli:
  • Clodia Pulcra


  • Indice sezione