Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  

L'oro di Roma

Regia: Carlo Lizzani
Soggetto: Carlo Lizzani, Lucio Battistrada Giuliani, Alberto Lecco
Sceneggiatura: Carlo Lizzani, Lucio Battistrada Giuliani, Alberto Lecco
Interpreti: Gérard Blain, Anna Maria Ferrero, Paola Borboni, Miranda Campa, Andrea Checchi, Dina De Santis, Umberto Raho, Filippo Scelzo, Jean Sorel, Antonio Acqua, Anna Marí­a Aveta, Armando Bertuccioli, Tino Bianchi, Calisto Calisti, Paolo Casella, Luigi Casellato, Roberto Chiaramonte, Nada Cortese, Tiziano Cortini, Sergio Crosia, Ugo D'Alessio, Rainero De Cenzo, Peppino De Martino, Marcello Di Martire, Umberto Felici, Gualtiero Isnenghi, Ignazio Leone, Manrico Melchiorre, Jean Mollier, Gloria Parri, Enzo Petito, Vittorio Pipamonti, Mario Righetti, Maria Luisa Rocca, Luigi Scavran, Ferdinando Tamberlani, Egidio Ummarino, Dina Zacchetti
Genere Drammatico
Produzione; Italia-Francia - 1961

Trama

Fonte della trama: Wikipedia

Dopo l'armistizio italiano i tedeschi occupano Roma, nell'ottobre del 1943 il comandante della polizia tedesca chiama il presidente della comunità israelitica al suo cospetto e gli ordina di consegnare 50 chili d'oro entro due giorni, altrimenti prenderà 200 capifamiglia in ostaggio. La comunità è divisa tra chi decide di cedere al ricatto e consegnare il poco oro rimastogli e chi non crede nella parola dei tedeschi. Gli ebrei rimasti nel ghetto sono impoveriti dalle leggi razziali italiane e con enorme difficoltà cercano di arrivare alla cifra imposta.
Il presidente della comunità fa il possibile per chiedere aiuti, angosciato e incerto che la consegna possa davvero servire a salvare delle vite. Un gruppo di ragazzi si arma per ribellarsi, a capo del quale c'è il giovane calzolaio Davide. La decisione di non consegnare l'oro e contrastare il potere nazista lo porta a scontrarsi con gran parte dei membri della comunità e con il precetto del rifiuto della violenza. Giulia, ex-compagna della scuola israelitica di Davide, in un primo momento sembra poter fuggire alla segregazione razziale, grazie all'amore corrisposto per Massimo, uno studente di medicina cattolico. Decisi a sposarsi, Giulia si battezza, divisa nell'amore verso le proprie radici. Infatti, quando malgrado l'avvenuta consegna dei 50 chili d'oro, i tedeschi rastrellano ebrei in tutta Roma, portando via uomini, donne, malati e bambini, lei si consegna volontariamente in mano ai tedeschi, per seguire suo padre e la sua gente.


Ricerca nel database cinema