Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Lisandro



Uomo politico spartano, fu nominato navarco nel 408 a.C. e rimise in sesto la flotta del Peloponneso con la quale nel 407 a.C. sconfisse l'armata ateniese. Nel 405 distrusse ad Egospotami la flotta nemica. Dopo la resa di Atene appoggiò i trenta ed instaurò nella città conquistata la decarchia composta dai suoi sostenitori oligarchici, supportati da funzionari spartani. Gli successe come navarco Callacratida nel 406.

Secondo Plutarco le ricchezze che Lisandro riportò in patria dopo la vittoria di Atene mutarono profondamente le leggi ed i costumi degli spartani.
Venuto a contrasto con Agesilao e Pausania che ne avversavano la politica, morì nella guerra contro i Tebani.
In memoria delle sue vittorie sugli Ateniesi a Efeso e all'Egospotami, Lisandro donò due aquile d'oro che furono esposte nle portico della cittadella di Sparta (Pausania, III, 17, 4).


Riferimenti letteratura:
  • Plutarco - Vite di Lisandro e Silla
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Giustino - Epitome delle Storie Filippiche Di Pompeo Trogo




  • Indice sezione