Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Rea Silvia



Figlia di Numitore, re di Albalonga spodestato dal fratello Amulio.
L'usurpatore l'aveva costretta a farsi vestale temendo la vendetta di una futura prole ma il dio Marte, innamorato della giovane, la rese madre di due gemelli: Romolo e Remo, fondatori di Roma.
Poichè Numitore discendeva in linea diretta da Enea, la maternità di Rea Silvia ha, nella struttura del mito, un ruolo di congiunzione fra la storia arcaica romana e la saga troiana.
Nella tradizione più diffusa Rea Silvia viene incarcerata da Amulio quando si scopre la sua gravidanza e sarà liberata solo molti anni dopo, quando Romolo e Remo prenderanno coscienza della propria origine.
Una tradizione di origine albana raccontava invece che fu gettata nel Tevere (o nell'Aniene) e divenne sposa di un dio fluviale.
Da Ennio e Nevio è chiamata Ilia.


Riferimenti letterari:
  • Dionisio di Alicarnasso - Antichità romane
  • Tito Livio - Storia di Roma
  • Ovidio - Fasti
  • Plutarco - Vite di Teseo e Romolo
  • Gaio Giulio Solino - Delle cose meravigliose del mondo
  • Flavio Eutropio - Compendio della Storia di Roma
  • Agostino di Ippona - La città di Dio
  • Fozio - Biblioteca (Appiano Alessandrino)



  • Indice sezione