Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Minosse
  • Pasifae
    Fratelli e sorelle:
  • Deucalione
  • Asterio
  • Fedra
  • Androgeo
  • Acacallide
  • Glauco
  • Catreo
  • Licasto
    Matrimoni - Unioni:
  • Dioniso
    Figli:
  • Ceramo
  • Arianna



    John Vanderlyn 001
    John Vanderlyn
    Arianna addormentata sull'isola
    di Nasso
    Philadelphia,
    Pennsylvania Academy of Fine Arts
    Principessa cretese, figlia del re Minosse e di Pasifae, sorella del mostruoso Minotauro.
    Gli Ateniesi per debito di guerra sacrificavano periodicamente al Minotauro quattordici giovani di ambo i sessi inviandoli a Creta. Un giorno si offrì volontario Teseo, Arianna si innamorò di Teseo e lo aiutò ad uscire dal Labirinto, il palazzo di Cnosso dove si trovava il mostro, dopo che Teseo ebbe ucciso il Minotauro. Famoso l'espediente di Arianna che affida a Teseo un filo da dipanare durante il cammino e da seguire per ritrovare l'uscita dal palazzo. Teseo ed Arianna fuggirono da Creta ma lui l'abbandonò addormentata sull'isola di Nasso.
    Dopo qualche tempo Dioniso, di ritorno dalla guerra in India, la trovò e ne fece la sua sposa. Nella versione di Apollodoro, Arianna non viene abbandonata da Teseo ma rapita da Dioniso.
    Dall'unione di Arianna con Dioniso nacque Ceramo.
    Ovidio (Fasti III) racconta che dopo Teseo anche Dioniso tradì Arianna per una sua schiava orientale. Impietosito e commosso dal lamento di lei però, il dio la portò in cielo con il nome di Libera mutando la sua corona (dono nuziale di Afrodite) in una costellazione.
    Plutarco cita varie versioni alternative per il destino di Arianna:
    - abbandonata da Teseo si impicca
    - deportata a Nasso vi sposa Enaro, sacerdote di Dioniso
    - genera da Teseo due figli di nome Enopione e Stafilo.

    In Odissea XI Arianna è uccisa da Artemide per denunzia di Dioniso. L'ombra di Arianna compare fra quelle delle donne famose che Persefone mostra a Ulisse sceso nell'Oltretomba per consultare l'indovino Tiresia sul proprio destino.
    Nelle Dionisiache di Nonno di Panopoli dopo essere stata amata da Dioniso lo segue e viene incidentalmente pietrificata dalla vista della Gorgone durante il duello fra Dioniso e Perseo.


    Riferimenti letteratura:
  • Odissea
  • Esiodo - Teogonia
  • Ovidio - Fasti
  • Ovidio - Metamorfosi
  • Properzio - Elegie
  • Igino - Fabulae
  • Plutarco - Vita di Teseo e Romolo
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Nonno di Panopoli - Dionisiache
  • Divina Commedia - Inferno



  • Indice sezione