Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Polignoto di Taso



Pittore greco del quinto secolo a.C., nacque a Taso da una famiglia di artisti e visse a Atene dove si stabilì intorno al 463 a.C.
Dei suoi dipinti ci rimangono soprattutto descrizioni delle fonti, in particolare di Pausania.
Era considerato il massimo pittore del suo tempo anche per le sue innovazioni: sarebbe stato il primo a rendere meno rigide le espressioni dei volti dipingendo a volte le bocche socchiuse nelle quali si intravedevano i denti, il primo a rendere la trasparenza dei tessuti e a dipingere ornamenti multicolori sul capo dei personaggi.
Sappiamo che lavorò alle seguenti opere:
- Tempio di Teseo in Atene, non si conoscono i soggetti (forse una amazzonomachia) e la stessa notizia è incerta, in quanto Pausania (I, 17) attribuisce le decorazioni di questo tempio a Micone. Probabilmente Polignoto da poco giunto in Atene lavorò come aiuto di Micone
- Pecile in Atene, uno dei portici dell'agorà, fu dipinto da Polignoto, Micone e Paneno. Di Polignoto era una Battaglia di Maratona e il Giudizio dei Greci sul caso di Cassandra violata da Aiace. Polignoto eseguì questi dipinti gratuitamente e fu ricompensato con la cittadinanza ateniese.
- Tempio dei Dioscuri in Atene: Matrimonio delle figlie di Leucippo
- Tempio di Atena a Platea: Uccisione dei Proci
- Tempio di Tespie: soggetto sconosciuto
- Lesche degli Cnidi a Delfi: Iliuperside (caduta di Troia) e Nèkyia (discesa negli inferi)
- Pinacoteca dei Propilei di Atene: Ulisse che prende l'arco di Filottete in Lemno, Diomede che ruba il Palladio, Oreste che uccide Egisto, Pilade che uccide i figli di Nauplio, Polissena sacrificata sulla tomba di Achille, Ulisse e Nausicaa.


Riferimenti letteratura:
  • Plutarco - Vite di Cimone e Lucullo
  • Pausania - Descrizione della Grecia





  • Indice sezione