Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Demofonte figlio di Teseo



Figlio di Teseo e fratellastro di Acamante. Amò ed abbandonò la principessa trace Fillide che morì di dolore e fu trasformata in mandorlo.
A seconda delle versioni Demofonte, che lascia Fillide per partecipare alla guerra di Troia, non ritorna per incuria o perché impedito dalle vicende della guerra.
In seguito Demofonte affrontò Diomede e i suoi compagni che tornavano dalla guerra di Troia credendoli nemici approdati alle coste dell'Attica con intenzioni ostili e durante la lotta si impadronì del Palladio. Mentre si allontanava uccise involontariamente un ateniese e venne processato nel tribunale detto Sopra il Palladio, tribunale destinato appunto ai casi di omicidio involontario nel quale Demofonte fu il primo ad essere giudicato. Pausania, che racconta l'episodio in I,28,9, precisa che l'imputato fu condannato ad una pena pecuniaria ma ai suoi tempi non era noto chi avesse incassato il pagamento della multa.
Nella tragedia Eraclidi di Euripide é re di Atene e (dopo la morte di Eracle) concede protezione ai figli dell'eroe, perseguitati da Euristeo.


Riferimenti letteratura:
  • Euripide - Eraclidi
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Ovidio - Rimedi d'amore
  • Igino - Fabulae
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Ditti Cretese - Storia della guerra troiana
  • Colluto di Licopoli - Il rapimento di Elena



  • Indice sezione