4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:

  • Famiglia: Dinastia Tolemaica o Lagide
    Matrimoni - Unioni:
  • Euridice
    Figli:
  • Tolomeo II Filadelfo
  • Arsinoe II detta Filadelfo
  • Tolomeo Cerauno
  • Tolomeo I Sotere



    Figlio di un ufficiale di modeste origini di nome Lago e di sua moglie Arsinoe, Tolomeo nacque intorno al 367 a.C.
    Secondo voci riportate da alcune fonti (Curzio Rufo, Pausania) Tolomeo sarebbe stato figlio illegittimo di Filippo II di Macedonia del quale Arsinoe sarebbe stata una concubina. In effetti il giovane Tolomeo viene citato da Plutarco fra gli amici intimi di Alessandro e fu esiliato quando partecipò con altri a boicottare le nozze che Filippo stava organizzando fra suo figlio Arrideo e la figlia del satrapo di Caria Pissodaro.
    Ufficiale sotto Alessandro Magno, dopo la morte di questi (323 a.C.) divenne satrapo di Egitto e Libia, nel 305 a.C. si proclamò re d'Egitto e fondò la dinastia dei Lagidi, che avrebbe regnato fino alla conquista romana nel 31 a.C.
    Tolomeo I si alleò con Lisimaco re di Tracia, un altro dei diadochi (il termine indicava gli ufficiali di Alessandro Magno fra i quali era stato diviso l'impero). Per suggellare l'accordo furono concordati i matrimoni di due figli di Tolomeo I: Arsinoe II sposò Lisimaco e Tolomeo II sposò Arsinoe I, figlia di Lisimaco.
    Tolomeo ebbe tre mogli. Nel 324 a.C. aveva sposato la persiana Artacama figlia di Artabazo per volontà di Alessandro che, invasa la Persia, aveva promosso l'unione dei propri uomini con le donne del luogo.
    Ripudiò Artacama per sposare Euridice, figlia del diadoco Antipatro dalla quale ebbe alcuni figli fra cui Tolomeo Cerauno e Lisandra.
    Prese come amante ufficiale Berenice I, parente di Euridice, e nel 317 a.C. la sposò. Da Berenice nacquero Tolomeo II e Arsinoe II che intorno ad 275 a.C. si sposarono fra loro.
    Tolomeo Cerauno fu ripudiato e diseredato dal padre verso il 290 a.C. e rifugiò presso Lisimaco con la sorella Lisandra.
    Amministratore illuminato, Tolomeo I governò l'Egitto con grande capacità rendendo il paese molto prospero. Fondò Tolemaide in Cirenaica e dotò Alessandria della grande biblioteca con centinaia di migliaia di testi. Sotto Tolomeo I e Tolomeo II Alessandria, grazie alla biblioteca ed al museo istituito dai Lagidi che fungeva da università, richiamò i più grandi pensatori in campo letterario, filosofico e scientifico divenendo il più importante centro culturale dell'epoca.
    Storico e scrittore, Tolomeo I compose una cronaca delle imprese di Alessandro Magno. L'opera è per noi perduta ma sappiamo che fu fonte importante per gli storiografi antichi.
    Tolomeo I abdicò nel 285 a.C. in favore del figlio Tolomeo II Filadelfo e morì nel 283 a.C. di morte naturale (evento non frequente in quei tempi).
    La dinastia portò in un primo tempo all'Egitto un periodo di nuovo vigore e di espansione ma con Tolomeo IV iniziò una grave crisi.
    Quando nel 51 a.C. Cleopatra salì al trono il paese era in preda a grossi problemi economici e sociali.

    Giuseppe Flavio racconta che Tolomeo I conquistò conquistò Gerusalemme senza combattere, invadendola di sabato mentre i Giudei erano intenti al riposo rituale. Prese molti schiavi ed altri lo seguirono spontaneamente, attratti dalle ricchezze dell'Egitto I prigionieri furono successivamente liberati da Tolomeo II Filadelfo.


    Riferimenti letteratura:
  • Polibio di Megalopoli - Storie
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche
  • Plutarco - Alessandro e Cesare
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Giustino - Epitome delle Storie Filippiche Di Pompeo Trogo
  • Francesco Cassini da Perinaldo - Storia di Gerusalemme


    Vedi anche:
  • Dinastia Tolemaica o Lagide




  • Indice sezione